Universiade 2019, mercoledì la cerimonia d’apertura a Napoli

studenti_02-07-19Diciotto sport, 8 mila partecipanti provenienti da 118 paesi e 220 medaglie assegnate. Sono i numeri della 30esima Universiade di Napoli, in programma dal 3 al 14 luglio. Mercoledì prenderanno ufficialmente il via i Giochi olimpici degli atleti universitari con la cerimonia d’apertura allo stadio San Paolo.

L’ARRIVO DELLA FIACCOLA
Alle 18.30 in Piazza Municipio, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris accenderà la prima fiaccola e percorrerà un breve tratto – fino a Via Verdi – del percorso che faranno altri undici tedofori attraversando Piazza del Plebiscito, fino al lungomare in Piazza Vittoria. Tra questi i campioni Sandro Cuomo, Franco Porzio, Giuseppe Abbagnale, Mauro Sarmiento, Giuseppe Di Capua e Maria Felicia Carraturo. L’ultimo tedoforo sarà Oleg Matytsin, presidente della FISU, che giungerà con la fiaccola in Piazza Vittoria.

L’APERTURA DEI GIOCHI
Domani sarà invece il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a dichiarare ufficialmente aperti a Napoli, i giochi della 30esima Universiade. Mattarella parlerà da un palco allestito nella tribuna autorità dello stadio San Paolo per dare il via ai Giochi nel corso della cerimonia inaugurale. Con il Capo dello Stato, nella tribuna autorità, sono attesi anche il primo ministro Giuseppe Conte e il vice primo ministro Luigi Di Maio.

IL CERIMONIALE
De Luca e Oleg Matytsin, presidente della Fisu, spiegano dal cerimoniale dell’Aru, indirizzeranno un messaggio di un minuto e mezzo ciascuno, mentre de Magistris aprirà materialmente la cerimonia inaugurale dando il benvenuto agli atleti prima della loro sfilata in campo allo stadio San Paolo. Molti anche i rappresentanti istituzionali attesi dall’estero con 28 tra ministri e viceministri di Paesi stranieri, 13 ambasciatori in Italia e 27 consoli. Tutte le autorità potranno gustare prima della cerimonia una selezione di eccellenze gastronomiche campane.

LE SORPRESE
Nonostante parte del programma non sia ancora stata resa nota è annunciata anche la presenza dei calciatori del Napoli Alex Meret (universitario, frequenta la facoltà di scienze motorie a Roma) e Lorenzo Insigne (simbolo napoletano del club di De Laurentiis).