Tra i borghi dell’Appennino con i vagoni retrò della Transiberiana d’Italia

stile-libero_21-02-19Interni in legno dal sapore retrò, sedili in velluto e grandi finestrini per godere dello spettacolo della natura abruzzese e dei magici borghi innevati. Si tratta del Treno della Neve, la cosiddetta “Transiberiana d’Italia” che ora, regalando una piacevole novità ai viaggiatori, ogni week-end (a partire da sabato 23 febbraio 2019) parte da Roma. L’iniziativa è frutto dell’impegno di Ferrovie dello Stato, Fondazione Fs e Associazione Le Rotaie.

IN TRENO SULL’APPENNINO
Il magico percorso è chiamato “Transiberiana d’Italia” perché d’inverno la neve cade spesso sulle rotaie della tratta e il paesaggio circostante appare completamente innevato, tanto da dare l’illusione di trovarsi sulla ferrovia che collega Mosca a Vladivostok: un viaggio in vagoni anni Trenta e Quaranta ammirando bellezze naturali e borghi del parco della Majella e dell’Appennino. Nel nuovo percorso proposto da Ferrovie SIsi giunge a quota 1268 metri nei pressi di Rivisondoli-Pescocostanzo, tappa degli amanti dello sci e degli sport invernali.

LUOGHI DA SCOPRIRE
Le partenze dalla Capitale sono fissate per ogni sabato mattina alle ore 10 da Roma Termini: dopo Tivoli e Avezzano, si giunge a Sulmona e lì si fa sosta per una nottata; il giorno seguente, dopo la colazione, il viaggio riprende alle 8:45, toccando Campo di Giove, Palena, Rivisondoli-Pescocostanzo e Roccaraso alle 11:35. Si può scendere ovunque si desideri. Il ritorno è previsto dal capolinea alle ore 16:40. Prevista un’altra sosta a Sulmona della durata di un’ora e mezza circa, per poi affrontare il rientro a Roma, previsto per le 22:05 senza alcun cambio.

COSTO DEI BIGLIETTI
I biglietti da Roma a Sulmona andata e ritorno costano 40 euro in prima classe e 30 euro in seconda classe. Per i ragazzi fino ai 12 anni il costo è di 20 euro in prima classe e 15 euro in seconda. Il viaggio da Sulmona a Roccaraso di andata e ritorno costa 28 euro per gli adulti e 14 euro per i ragazzi.