Sport estremo e disabili

Chi l’ha detto che i disabili non possono praticare sport estremi? A Tenerife, la più grande delle Isole Canarie, una ventina di turisti sordi, ciechi o con diversi gradi di paraplegia praticheranno per dieci giorni eccitanti sport d’avventura.

L’iniziativa, già sviluppata in passato in Nicaragua e Marocco, sbarca sul suolo europeo grazie a U-Turn, un’organizzazione belga specializzata in viaggi off limits.

Tra le attività, oltre a un tour dei luoghi più inaccessibili dell’isola, è prevista la scalata dei 3718 metri del vulcano Teide e gite in kayak. Grazie all’utilizzo di sedie a rotelle appositamente adattate e l’accompagnamento in ogni momento della giornata di volontari, medici, infermieri e fisioterapisti.

Fonte: West-info.eu
Autore: Ivano Abbadessa
Aggiornamento: 31-08-2013 (36)
Sezione: Psiche e Aurora
Rubrica: Xtremo