Skype: attenzione a Dorkbot, il virus ricattatore

Il worm circola nella rete di Skype da diverse ore e gli utenti più esposti sono quelli che non hanno ancora eseguito l’update all’ultima versione pubblicata. L’attacco inizia con l’invio di un messaggio all’ignaro destinatario che invita attraverso un messaggio in lingua inglese (o tedesca) contenente un URL breve ad Hotfile per eseguire un download di un file compresso (zip file) con all’interno un eseguibile.

Dal momento in cui viene completato il download del trojan, Dorkbot accede alla memoria della macchina con un attacco backdoor per avere accesso a tutti i dati e le password salvate. Da questo momento il suo scopo diventa quello di cancellare tutti i dati causando anche il blocco totale del PC.

Ma la chicca di Dorkbot è l’estorsione. Il worm infatti è un ransomware, per tanto non distrugge per il mero gusto di farlo ma al fine di estorcere il pagamento di 200 dollari entro 24/48 ore per il ripristino della memoria.

I tecnici di Skype non hanno perso tempo e creato un aggiornamento specifico per contrastare l’attacco del worm estortore. Qualora un utente voglia assicurarsi di aver installato l’ultima versione disponibile, basta recarsi in Aiuto nella barra dei menù del programma e cliccare la voce “Controlla aggiornamenti”.

Fonte: Hi-techitaly.com
Autore: Danilo Recchia
Aggiornamento: 09-10-2012 (8)
Sezione: Psiche e Aurora
Rubrica: Tecno