I romanzi storici e i gialli di Angela Generali presentati in Val di Comino

psicheaurora_28-09-18Sabato 29 settembre, alle ore 18, la casa editrice Psiche e Aurora presenterà presso l’Aula consiliare del Comune di San Donato Val di Comino (Fr) i romanzi di Angela Generali, scrittrice conosciuta per i suoi gialli e i suoi romanzi storici. Nell’occasione verrà fatto il punto sui suoi lavori, sarà presentata la raccolta di gialli Tre delitti e saranno ricordati i tratti salienti della carriera letteraria. In particolare, il successo riscontrato dai romanzi soprattutto tra i lettori giovani e nelle scuole, dove vengono adottati come testi di narrativa da oltre un decennio.

L’INCONTRO CON ANGELA GENERALI
L’appuntamento con l’autrice è importante per diversi motivi: il primo perché vengono presentati i suoi romanzi ambientati in Val di Comino, il secondo perché la scrittrice festeggia gli ottant’anni e il terzo perché è la prima volta che un suo volume viene presentato a San Donato, cittadina di adozione della Generali. La scrittrice, nata a Cremona nel 1938, è autrice dei romanzi storici Keltia: Sul grande fiume, La spada longobarda: A.D. 1091 (vincitore del premio Giallolatino 2008), Samnites: Sangue d’eroi, Il segreto del cardinale e Tre delitti, oltre che di diversi racconti e servizi giornalistici dedicati alla vita quotidiana dei popoli antichi, la sua grande passione. Da oltre un decennio si è ritirata a vivere in Val di Comino, tra i monti dell’Appennino, alla ricerca di storie da raccontare.

TRE DELITTI: LA TRAMA
La quiete vischiosa della provincia a volte può essere dolce, soprattutto quando si vive in case di pietra, si cammina tra vicoli angusti e quando piove ci si ripara sotto alberi secolari. Con la solita calma si susseguono i giorni e le stagioni, finché, il ritrovamento di un cadavere su un’altalena, la scoperta di un omicidio maturato in una strana giornata di nebbia e un incomprensibile mistero legato al Venerdì Santo sconvolgono, per sempre, la vita di una comunità sparsa tra i borghi dell’Appennino. A indagare su questi fatti misteriosi saranno Cristina, maresciallo dei Carabinieri in servizio in Val di Comino e suo figlio Diego, uno studente che a detta di qualcuno è troppo curioso.