Youtuber: perdita di tempo o lavoro?

creativi_28-12-2016Uno dei maggiori interessi dei ragazzi tra i 10 e i 15 anni sono gli Youtuber, ovvero coloro che pubblicano video sulla piattaforma digitale YouTube. La piattaforma esiste dal 14 febbraio del 2005 e da quella data migliaia di persone pubblicano e condividono video, con la possibilità di avere un giudizio e un commento sul loro lavoro.

LE FORME PIU’ REDDITIZIE
Escludendo i video musicali, sono il gaming, cioè lezioni e recensioni su videogiochi da console e cellulari, l’entertainment ovvero video comici e divertenti e infine il fashion che parla di moda. Quando noi visualizziamo ciò che ci interessa, veniamo condizionati da pubblicità che, in modo virale, siamo costretti a guardare. Per questo motivo Youtuber famosi e internazionali ricevono denaro per le “views” dalle inserzioni pubblicitarie.

FARE SOLDI DIVERTENDOSI
Ebbene si, è possibile. Gli interessi dei ragazzi dell’era digitale è scrutare il mondo attraverso YouTube. Ciò si chiama visualizzare. Per la piattaforma, gli Youtuber, cioè i produttori di questi contenuti creativi originali che hanno rivoluzionato il web, sono definiti “utenti partner”, purché pubblichino, con costanza settimanale, video con buone performance di traffico avendo ovviamente molti iscritti al loro canale.

Autore: Edgar Guglielmucci
Progetto: School at Work (2H, Secondaria di Primo Grado “Leonardo da Vinci” – Colleferro, Rm)