Young Business Talents, un simulatore di azienda per gli studenti italiani

Gli studenti potranno preparare al meglio il proprio futuro accademico e professionale grazie a un simulatore d’impresa. Nivea e Praxis Mmt hanno donato a 11 mila istituti scolastici un software accessibile a tutti i giovani di età compresa tra i 15 e i 18 anni, regolarmente iscritti a scuole superiori di secondo grado e centri di formazione professionale. Il laboratorio permetterà di cimentarsi, senza rischi, con l’economia e la gestione integrale di imprese in tutte le aree strategiche relative al processo decisionale: finanza, risorse umane, produzione e marketing.

Tale strumento consentirà al corpo insegnante di innovare l’attività didattica e agli studenti di sperimentare e di applicare le conoscenze teoriche nell’ambito di scenari virtuali che emulano fedelmente la realtà, come avviene nel caso dei simulatori di 3ª generazione. Inoltre, gli insegnanti e la società in generale vedranno soddisfatte le proprie richieste di maggiori esercitazioni pratiche in aula.

L’iniziativa relativa all’uso dei simulatori presso gli istituti scolastici rientra nel concorso, Young Business Talents, in cui gli studenti, suddivisi in team, alla guida delle loro imprese virtuali, si troveranno a gareggiare con altre imprese rappresentate da altre squadre. Come avviene nel mondo dello sport, si tratta di una gara articolata in varie fasi in cui ai partecipanti verrà assegnato un punteggio in funzione del successo ottenuto nell’ambito delle proprie imprese. In tutto ciò, s’intende conferire all’uso del simulatore d’impresa un carattere ludico, ricco di motivazioni e di emozioni. Ai team che si metteranno in vista tramite una più oculata gestione delle loro imprese, verrà assegnato un montepremi complessivo di 16.800 euro. Il concorso avrà inizio a novembre 2013 e si concluderà a febbraio 2014. Per quattro mesi, i partecipanti utilizzeranno il simulatore su Internet (www.youngbusinesstalents.com) e avranno modo di cimentarsi direttamente con la direzione aziendale.

Fonte: Economiaweb.it
Aggiornamento: 28-10-2013 (45)
Sezione: School at Work
Rubrica: Scuola