STORIA
Il programma (1907)

«Con questo numero Psiche ed Aurora inizia modestamente la sua vita. […] Essa, la nostra rassegna, si occuperà oltre ad arte e letteratura, ancora di scienza e politica, e ciò inizieremo al prossimo numero.

Sarà però maggiormente dato campo al lato letterario, appunto per affratellare ed aprire una nobile gara fra tutti i giovani dal forte ingegno, che colla loro penna, onorano se stessi ed il nostro paese, e che così gentilmente hanno risposto al nostro appello; così noi  ci proponiamo d’istruire e dilettare la mente dei nostri lettori con una rassegna fiorente, ricca di novelle, bozzetti, poesie ed articoli svariatisssimi.

Psiche ed Aurora che abbraccia ingegno e giovinezza, mette a disposizione di tutti i suoi lettori le sue colonne, purché gli scritti vengano dalla direzione giudicati degni di pubblicazione.

Con questo numero apriamo fra i nostri lettori, il primo concorso per una lunga novella passionale, che verrà pubblicata in appendice alla nostra rassegna, insieme ad un romanzo a forti tinte: Tinte fosche, del nostro direttore, di cui cominceremo la pubblicazione al prossimo numero. Daremo uno splendido orologio d’argento in premio alla migliore novella, per le altre che verranno pubblicate un ricco premio a sorpresa.

Porgiamo in ultimo un saluto affettuoso a tutti i nostri lettori; ai nostri valenti e bravi collaboratori una forte e fraterna stretta di mano,  sicuri che vorranno combattere con noi per il nostro sogno e la nostra meta.»