Serie musicali: il nuovo fenomeno è teen

C’era una volta Saranno famosi: negli anni 80 era una delle poche serie tv a suon di musica e di gran lunga la più seguita dal pubblico giovane. Negli ultimi tempi il genere ha però conosciuto un vero e proprio boom e il merito non è, come si potrebbe pensare, soltanto di Glee.

Tre anni prima che Fox mandasse in onda il teen drama incentrato sul gruppo di canto e ballo della William McKinley High School, era stata Hannah Montana a far impazzire i ragazzini di tutto il mondo, Italia compresa, raccontando le avventure di un’adolescente che di notte si trasforma in popstar: la sit-com Disney ha conquistato le masse al punto che la sua protagonista, la 14enne Miley Cyrus, è diventata una delle cantanti più ricche di sempre, con oltre due milioni di dischi venduti e il tutto esaurito ai suoi concerti.

Sulla scia di quel successo, su Disney Channel le serie musicali sono spuntate come funghi: in palinsesto ci sono ora l’italianissima E-band, dove tre aspiranti rockstar quindicenni riescono a farsi prendere sul serio dai discografici soltanto dopo essere finiti sul web con i volti celati dietro un avatar; A tutto ritmo, sul sogno di diventare ballerine di due amiche tredicenni scritturate per uno show di Chicago; A.N.T. Farm-Accademia Nuovi Talenti, con protagonista una ragazzina di 11 anni capace di suonare 12 strumenti; e infine Austin & Ally, sull’improbabile collaborazione tra un estroverso musicista e una talentuosa ma timida autrice di testi.

Sul canale di Topolino ha debuttato Violetta, storia di una teenager con la passione della musica – interpretata dall’argentina Martina Stossel – tornata nella sua Buenos Aires dopo molti anni trascorsi in Europa: colonna sonora degli 80 episodi saranno le tante canzoni originali nelle quali si cimenteranno gli attori del cast, quasi tutti latinoamericani (Lodovica Comello e Simone Lijoi sono italiani).

E se Smash, con Debra Missing e Anjelica Houston nei panni rispettivamente dell’autrice e la produttrice di un musical di Broadway su Marilyn Monroe, si rivolge ad un pubblico più adulto, è decisamente per adolescenti il telefilm di Babel Una scommessa per la vita, già definito il Glee rumeno, che ruota attorno all’amore tra due giovani allievi dell’Accademia Nazionale delle Arti di Bucarest.

Fonte:  Leggo
Aggiornamento: 07-09-2012 (3)
Sezione: School at Work
Rubrica: Tendenze