Psiche e Aurora all’Internet Festival 2016: il programma

psicheaurora_05-10-16Come eravamo (senza internet), come siamo (con la rete) e come saremo (nel prossimo futuro) è il viaggio nel tempo che lega l’edizione 2016 di Internet Festival dal 6 al 9 ottobre a Pisa. La manifestazione esplorerà le forme di futuro seguendo le trame di un tessuto digitale sempre più pervasivo. Oggetti che diventano nodi, segnali che si trasformano in legami e che ridefiniscono l’economia, la tecnologia, l’arte, i media, l’educazione, persino l’identità personale. Il Festival è organizzato dal CNR, dall’Università degli Studi di Pisa, dalla Scuola Normale Superiore, dalla Scuola Superiore Sant’Anna, dall’Associazione festival della scienza e dalle istituzioni locali.

PSICHE E AURORA TRA ROBOTICA E AURORAPEDIA
Venerdì 7 ottobre presso la Cittadella Galileiana, Luca Leone di Psiche e Aurora e Armando Corridore di Elara Libri interverranno sul tema “Quasi umani – I robot tra letteratura e divulgazione”. La figura del robot, per l’interesse che suscita e la sua simbolicità è ottimale per la divulgazione di contenuti scientifici e filosofici. Nell’occasione sarà presentata Aurorapedia, un progetto che integra narrativa e ricerche condivise tramite una piattaforma online pensata per le scuole.

GLI APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA
Sempre più ricco il calendario della quattro giorni: a partire dal focus sul tema della Cybersecurityche si apre, venerdì 7, con il convegno “Sicurezza e privacy ai tempi dell’Internet delle cose” e i due incontri che avranno per protagonisti Franco Gabrielli e Marco Carrai, intervistati dalla giornalista Claudia Fusani. Sabato 8 si prosegue con gli interventi di Raoul Chiesa (“Dall’hacking alla Cyberwar, passando per l’Information Warfare e il Cyber Espionage”), Steven Le Comber (“La profilazione geografica al servizio dell’indagine. Da Bansky al caso Gestapo 1940”), la testimonianza di Umberto Rapetto e l’atteso incontro “Apple vs FBI” che vedrà confrontarsi sul palco: Fabio Chiusi, Fabio Massa, Luca Tremolada e Claudia Vago. A chiudere Carola Frediani con “Hacking di Stato, tra sorveglianza, spionaggio e cyberwarfare”.

GLI ANNI OTTANTA PONTE PER IL FUTURO
L’edizione 2016 sarà una specie di “ritorno al futuro” dove gli anni Ottanta saranno il ponte con il prossimo futuro, il 2048, passando per l’oggi: un viaggio itinerante scandito da oltre 200 eventi in vari luoghi della città. Quattro giorni di dibattiti, incontri, workshop e laboratori, che si aprono proprio con un evento che ha come protagonista la timeline “in base 16”. Un “come eravamo” per raccontare il contesto politico, sociale, economico e tecnologico che ha permesso il decollo – negli Ottanta – della rivoluzione digitale .

IL TRENTENNALE DI INTERNET IN ITALIA
Il 2016 è l’anno della celebrazione dei 30 anni dalla prima connessione italiana a Internet, avvenuta proprio a Pisa grazie ai ricercatori del CNUCE CNR: l’anniversario è stato celebrato lo scorso 29 aprile con l’Internet Day in tutta Italia e verrà ripreso durante IF nell’evento “30 anni da 30 e lode: come Internet ci ha cambiato la vita e come ce la cambierà ancora”, organizzato da Riccardo Luna, con Carlo Ratti, Stefano Quntarelli, Joshua Held, Anna Masera, Davide D’Atri, Federico Bastiani, Benedetta Arese Lucini e Ivana Pais; a seguire verrà proiettato il documentario di Alice Tomassini e Riccardo Luna: Login. Il giorno in cui l’Italia scoprì Internet.