Netflix dovrà avere il 30% di produzione europee

creativi_10-10-18Il parlamento europeo, attraverso un post pubblicato sul sito ufficiale, ha annunciato di aver dato il via libero definitivo alle nuove regole per i “media audiovisivi e piattaforme video”. Il regolamento è molto ampio, ma la parte più importante è quella che regola la presenza di contenuti locali nelle piattaforme di streaming.

LA PROPOSTA DI LEGGE
Dopo la prima approvazione, per piattaforme di streaming come Netflix è previsto che il 30% dei contenuti debbano essere europei. Le compagnie di streaming dovranno commissionare spettacoli e film di produzione europea, e contribuire ai fondi cinematografici nazionali. I servizi dovranno inoltre assicurare che i contenuti locali abbiano una posizione di rilievo nelle biblioteche.

ALTRE NORMATIVE IN FASE DI STUDIO
Dall’approvazione della legge, alle nazioni saranno dati 20 mesi per applicarla. Nel frattempo l’Unione Europea sta ancora lavorando su una serie di normative per imporre a piattaforme di streaming come YouTube di pagare copyright più alti a scrittori e registi.