Nella notte di Ognissanti le chiese rupestri diventano luoghi magici

Anche Matera nell’antologia Halloween Weekend (Psiche e Aurora editore, 2020), curata da Luca Leone, tra i cui autori è presente la docente e narratrice materana Antonella Radogna. La tradizione italiana di Ognissanti e della notte dei morti rivive nelle ventuno storie contenute nell’originale raccolta, che ripercorre l’Italia come in un viaggio immaginario attraverso tutte le sue regioni compresa la Basilicata, grazie a ventuno scrittori amanti del brivido tra cui nomi importanti nel fantastico e nel mistery come Giulio Leoni, Donato Altomare, Alessandro Forlani, Adriano Monti Buzzetti Colella, Paolo Di Orazio e Adamo D’Agostino, autore Disney.

Il racconto ambienta a Matera “La luce nella pozzanghera”, dell’autrice materana Antonella Radogna, è denso di inedite suggestioni e ambientazioni affascinanti. La Murgia, la Gravina, la chiese rupestri di Madonna delle Virtù e di Madonna dell’Idris, la Matera settecentesca del piano diventano luoghi magici e misteriosi che animano la notte di Halloween, in cui le vicende personali e familiari della giovane Arianna vengono stravolte da un incontro straordinario che crea una storia avvincente ispirata al realismo magico di Alberto Bevilacqua e Raffaele Nigro, ma anche ai Racconti del Mistero di Edgar Allan Poe.

Halloween Weekend recupera le tradizioni italiane rileggendole in chiave moderna. Scrittori di esperienza, assieme a giovani talenti e a esordienti, presentano al lettore uno spaccato di usi e costumi regionali capaci di evidenziare, nelle differenze, l’unitarietà del folclore italiano. Alcune scelte condivise con gli autori – come i passaggi in dialetto, il rapporto equilibrato con il soprannaturale, il passaggio di testimone tra personaggi di diverse generazioni – hanno permesso la realizzazione di un volume in grado di catturare l’attenzione dei grandi e dei nativi digitali. Una generazione, quest’ultima, attenta sì al fantastico, ma esigente circa i contenuti.

Psiche e Aurora editore è la casa editrice nata dalla rivista del 1907. Nelle sue pagine hanno trovato spazio le poesie di Ada Negri, Trilussa e di tanti giovani talenti, tra cui il materano Carmine Onorati. In quelle pagine ingiallite c’è la spumeggiante creatività italiana che segnò tutto il Novecento europeo.

∴ Fonte: La Nuova
∴ Data: 30-10-2020