Moda e tecnologia: la gioielleria diventa intelligente

Il futuro della tecnologia indossabile strizza l’occhio alla moda. Così nasce la linea “Bluetooth Smart Jewellery” presentata da CSR al Ces di Las Vegas, che si è chiuso lo scorso 10 gennaio. La società britannica, che si occupa di progettare software per il mercato dell’elettronica di consumo, ha sviluppato una linea di gioielli dotati di connettività, grazie alla sua ultima piattaforma Bluetooth Smart. La collana con pendente, con tecnologia integrata, consente infatti all’utente di personalizzare il colore e la luminosità emessa per soddisfare il proprio umore o coordinare il monile con un abito particolare. Fin qui l’aspetto puramente estetico. Ma l’elettronica integrata nel gioiello è stata progettata per supportare un’ampia gamma di funzioni, tra tutte quella di avvisare gli utenti delle nuove notifiche arrivate sul proprio smartphone.

CSR – si legge in una nota – ha recentemente intervistato i consumatori riguardo ai loro punti di vista sulla tecnologia indossabile e ha verificato che il 72% degli intervistati ritiene che i dispositivi debbano essere anche belli e il 67% ammette che è importante che si adattino al loro stile personale. “Molti dei dispositivi tecnologici indossabili che si trovano sugli scaffali oggi hanno grandi caratteristiche ma non prendeno in considerazione che i consumatori li vogliono belli, dispositivi all’avanguardia che completino il loro stile personale”, dice Paul Williamson, Direttore Low Power Wireless della CSR.

Il gioiello, che è stato progettato in collaborazione con la boutique Cellini, unisce un design di alta qualità con la connettività supportata dalla tecnologia Bluetooth Smart di CSR, la CSR1012. In pratica chi indossa il gioiello può essere avvisato ad ogni nuova notifica del proprio iPhone. Questo perché il microprocessore all’interno della collana supporta il servizio di notifica Apple (ANCS), una nuova funzionalità rilasciata in iOS 7 che consente ai dispositivi periferici di accedere a tutte le notifiche generate su un dispositivo iOS tramite una connessione Bluetooth.

«Sebbene questi prototipi siano stati progettati per avvisare gli utenti delle notifiche arrivate sul loro smartphone potrebbero essere usati per molte altre cose», sottolinea Williamson. Gli sviluppatori potrebbero «integrare anche capsule di profumo per consentire agli utenti di rilasciare uno spruzzo della loro fragranza preferita in determinati momenti della giornata. Abbiamo voluto dare ai nostri clienti un assaggio di quello che potevano fare con questa tecnologia. Le possibilità per dispositivi con tecnologia veramente da indossare sono infinite» conclude il manager.

Fonte: Adnkronos.com
Aggiornamento: 23-01-2014 (4)
Sezione: Psiche e Aurora
Rubrica: Coolture