La favola spezzata della Chapecoense: dalla Serie D alla Coppa

azioni_30-11-16Un tragico incidente aereo ha chiuso il cerchio di una favola stupenda, quella della Chapecoense. Dalla serie D al fantomatico Brasileirao è solo il recente passato. Il futuro prossimo sarebbe stato mercoledì, quando la squadra si sarebbe giocata la Coppa Sudamericana. I colombiani dell’Atletico Nacional, avversari della squadra brasiliana nella finale, hanno chiesto alla Conmebol di assegnare la coppa alla Chapecoense.

IL SOGNO E LA TRAGEDIA
Sono state ore difficilissime per il mondo del calcio che si è stretto intorno alla tragedia Chapecoense, squadra brasiliana che ha perso gran parte del suo organico nella notte sul volo verso l’aeroporto di Medellin che la stava portando a disputare la partita di andata della Copa Sudamericana. Un vero e proprio sogno spezzato quello del Chape, che si apprestava a disputare la partita più importante della propria storia contro l’Atletico Nacional. Proprio la squadra colombiana si distingue per uno splendido gesto: con un comunicato ha fatto sapere di voler lasciare il titolo di campioni della Copa Sudamericana proprio al Chapecoense, in memoria dei defunti e dell’impresa che avevano compiuto arrivando all’ultimo atto del torneo.

LA CHAPECOENSE
Fondata nel 1973 con l’obiettivo di rilanciare il calcio nella regione dalla fusione di Atletico Chapeco e Independiente, finanziata dal contributo di imprenditori e tifosi locali, il club calcistico della Chapecoense ha sede nella città di Chapecó, nella parte occidentale dello stato di Santa Catarina. Nel 2014, ha centrato una storica promozione nella massima serie brasiliana dopo una lunga permanenza nella terza divisione, causata da una serie di problemi economici, e il secondo posto nella serie cadetta dell’anno prima. Nel 2009, addirittura, era scesa nella quarta serie. Il palmares del club, che non appartiene all’elite del calcio brasiliano. Nel 2006 ha sollevato la Copa Santa Catarina. La prima partecipazione alla Serie A brasiliana risale al 1978, conclusa al 51° posto. Nella stagione successiva è 93°. La Chapecoense ha concluso il campionato 2015 al 14° posto.

LA STORIA RECENTE
Mercoledì 30 novembre la Chapecoense era attesa a Medellin per giocare l’andata della finale della Copa Sudamerica, contro i padroni di casa dell’Atletico Nacional. Il match ovviamente è stato sospeso. La qualificazione alla finale è un risultato storico per il club biancoverde ed è stato raggiunta a spese del San Lorenzo. L’attuale rosa, capitanata da Cleber Santana, conta solo giocatori brasiliani a eccezione dell’argentino Alejandro Martinuccio. La scorsa domenica la Chapecoense è stata sconfitta 1-0 dal Palmeiras, vittoria che ha consentito alla squadra di San Paolo di conquistare il nono titolo brasiliano con una giornata di anticipo. Nella stagione 2014-2015 ha vestito la maglia dei biancoverdi Neuton, ex difensore dell’Udinese, oggi in forza alla Pistoiese in Lega Pro.