In Ungheria una statua ricorda Bud Spencer, il Gigante Buono

storie_13-11-17Per ricordare ciò che Bud Spencer ha rappresentato per l’Ungheria, il sindaco di Budapest ha commissionato una statua che lo ricordasse. La scultura è stata inaugurata l’11 novembre ed è stata definita come “il primo monumento al mondo” dedicato all’attore.

IL SUCCESSO NELL’EUROPA SOVIETICA
In Ungheria – e in molti altri paesi dell’est Europa – Bud Spencer è ancora oggi un personaggio di culto. Ai tempi del comunismo, i suoi film superavano facilmente la severa censura dell’epoca. Motivo per cui gli ungheresi conoscono a memoria intere pellicole di Bud Spencer. Budapest ha già intestato un parco all’attore italiano, scomparso nel giugno del 2016 all’età di 86 anni.

IL MONUMENTO
La statua, collocata sulla Corvin Promenade, rappresenta l’artista vestito da cowboy, con una sella sulle spalle e un revolver nella fondina, è alta due metri e trenta ed è in bronzo. L’opera è stata realizzata dalla scultrice Szandra Tasnádi che ha confessato di essere una grande fan del Gigante Buono. La statua si trova all’ingresso della fermata Corvin-negyed ed è stata inaugurata alla presenza del sindaco della città, Máté Kocsis.

LA MANIFESTAZIONE
Durante la cerimonia, che è stata seguita da centinaia di persone, erano presenti anche i figli dell’attore: Cristiana, Diamante e Giuseppe Pedersoli. Sulla base del monumento c’è scritta una frase molto significativa: «Mi sohasem veszekedtunk» (Non abbiamo mai litigato). Si tratta delle parole che Terence Hill, ha scelto per ricordare Bud Spencer, in seguito alla sua scomparsa. «Siamo onorate e grate, la statua gli rende giustizia, tanto era grande nella sua postura, così lo era nelle sue passione e nel suo cuore» hanno detto le figlie scoprendo la statua.