Il grande cinema per il territorio: Back to dream!

schoolatwork_06-06-16

Mercoledì 8 giugno 2016 i ragazzi della IV F del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Sora (Fr) promuovono “Back to dream!”, una serata dedicata alla riscoperta della bellezza del cinema, degli artisti e delle location del territorio. «Siamo terra di cinema e dunque vogliamo riportare quest’arte ad essere protagonista della nostra terra» spiegano gli studenti. Numerosi gli ospiti e i nomi di successo: Massimo Wertmüller, Anna Ferruzzo, G-Max dei Flaminio Maphia e Luca Rea, autore e regista Rai, ex studente del liceo. La manifestazione è organizzata dal Liceo Scientifico di Sora, in collaborazione con “A scuola di OpenCoesione”, MIUR, School at Work (Psiche e Aurora). L’inizio è previsto per le 21 presso il Chiostro del Museo della Media Valle del Liri . In caso di maltempo si svolgerà presso l’Auditorium dell’Istituto superiore “L.Einaudi-C.Baronio”.

LA MANIFESTAZIONE
Dopo i saluti di Orietta Palombo, dirigente scolastica del Liceo Scientifico e di Carlo Amati del comitato tecnico-scientifico “OpenCoesione”, l’Associazione “Emozioni in musica” tributerà un omaggio a Ennio Morricone con “Note di cinema”. Seguiranno gli interventi degli attori Massimo Wertmuller e Anna Ferruzzo, del direttore di CinemAvvenire Guido Massimo Calanca, dell’attore e musicista G Max (Flaminio Maphia) e di Luca Rea, autore e regista televisivo con oltre venti programmi firmati prevalentemente per la Rai. Concluderà gli interventi il videosaluto di Paolo Ruffini.

LE PROIEZIONI
Nel corso della serata si terranno due interessanti proiezioni: Massimo Wertmuller e Anna Ferruzzo presentano il cortometraggio “Ad arte”, un viaggio personale e ispirato nel mondo dell’arte che serve a risvegliare una positività nei confronti del vivere quotidiano, da Caravaggio a Raffaello passando per Twombly; “Noi terra di cinema” è invece una interessante raccolta di clip dedicate agli artisti e alle location del territorio: da De Sica a Mastroianni, passando per Zampi e Morricone.

“A SCUOLA DI OPENCOESIONE”
Su 120 scuole in tutta Italia, gli studenti della IV F del liceo sorano si sono aggiudicati, per il secondo anno consecutivo, la prestigiosa medaglia d’oro nell’ambito del progetto del MIUR “A Scuola di OpenCoesione”. I ragazzi sono stati guidati dalle docenti Angela Bianchi e Anna Di Paolo. «Un grazie speciale – spiegano dal Liceo – va a quei sindaci che hanno dato forza all’impegno civico dei ragazzi accettando la loro proposta di pubblicare Open Data relativi alle opere pubbliche sul portale istituzione dei loro Comuni. Il grazie più lo rivolgono alla Dirigente, la professoressa Orietta Palombo, per aver fortemente creduto in questo progetto che nobilita il loro percorso di crescita».

IL PROGETTO DELLA IV F
Partendo dal monitoraggio dei fondi europei per la digitalizzazione del Cinema-Teatro Mangoni di Isola del Liri, gli studenti puntano alla promozione cinematografica nel proprio territorio. Al sindaco di Sora, da cui sono stati ricevuti in Comune, hanno chiesto di considerare tra le priorità della città quella di promuovere la settima arte, nelle piazze della città per l’Estate sorana, attraverso “Cinema sotto le stelle”. La serata dell’8 giugno sarà l’evento finale del progetto e il punto di partenza per tante e importanti iniziative.