Grazie a YouTube c’è il boom di terrapiattisti

storie_25-01-19Se ci sono così tanti “terrapiattisti” la colpa è di YouTube. Lo afferma uno studio della Texas Tech University presentato al meeting della American Association for the Advancement of Science, secondo cui sono proprio i video caricati su questa piattaforma ad aver convinto la maggior parte dei cospirazionisti.

LO STUDIO
I ricercatori hanno partecipato alla prima conferenza internazionale dei terrapiattisti, intervistando 31 partecipanti, e tutti hanno dichiarato di aver trovato le prime informazioni proprio su YouTube poichè gli algoritmi della piattaforma raccomandano filmati che assomigliano a quelli già visti, una volta trovato un video terrapiattista è come entrare nella “tana del coniglio”.

LE PAROLE ELL’ESPERTO
«Molti hanno perso amici e persino parenti o lavori a causa di questa convinzione» spiega Alex Olshansky, uno degli autori della ricerca. «La maggioranza aveva la propria comunità, l’ha persa e quindi è entrato in quella dei terrapiattisti. Le persone su cui argomenti religiosi o cospirazionisti non fanno presa sono stati convinti proprio da quelli “pseudoscientifici” su YouTube».