Enea tra mito e storia, dal mare nostrum a Roma

Nell’ambito della XIII edizione della “Fiera dell’alunno lettore, autore, campione di logica e cittadinanza”, dedicata quest’anno a “Enea tra mito e storia, dal mare nostrum a Roma”, sono state molte le iniziative che hanno avuto come protagonisti gli alunni dell’Istituto Comprensivo I di Sora. Essi, sin dall’inizio dell’anno scolastico, hanno curato in tutte le discipline lo studio del tema della Fiera.

Sono stati realizzati lavori, disegni, sono state effettuate ricerche che avevano un unico filo conduttore: la figura di Enea, l’eroe che incarna il valore della “pietas” intesa come rispetto verso gli dei, la patria, la famiglia. Sempre attinenti a questo personaggio si sono tenute recite, canti e musical. Le classi prime della scuola secondaria di I grado, in particolare, hanno letto il libro Camilla regina guerriera della scrittrice Angela Generali e ne sono rimaste appassionate in maniera particolare, anche perché il testo è in parte ambientato nella nostra zona, abitata dai Volsci nell’epoca preromana.

Il libro narra di una fanciulla, di nome Camilla, figlia del re Metabo. Quest’ultimo, un vero tiranno, è costretto a fuggire dalla sua città, Privernum, inseguito dagli abitanti inferociti. Camilla, così, cresce in un ambiente selvaggio, consacrata alla dea Diana, diventa un’amazzone. In seguito spinta dal re Turno, Camilla, seguita da altre sue compagne, conosce i suoi popoli che la accolgono con entusiasmo per la sua generosità e rettitudine, diventandone regina. Poi Enea sbarca nel Lazio per fondare Roma e ciò scatena la guerra. Camilla purtroppo muore. Alla lettura del testo è seguito un incontro con l’autrice, Angela Generali, svoltosi il 9 maggio all’Auditorium “Vittorio De Sica”, nella splendida cornice del monte San Casto.

A quest’incontro, accompagnati dalla professoressa Conti (referente della “Fiera” per la Scuola Media Giuseppe Rosati) e dalle docenti di narrativa, hanno partecipato tutte le classi prime. Gli studenti, sono intervenuti attivamente, ponendo domande molto interessanti alla scrittrice. Le è stato chiesto, tra l’altro, dove abbia tratto l’ispirazione per narrare della Regina Camilla, ove e come abbia raccolto tutte le informazioni, anche storiche, che le necessitavano e se ella riuscisse a riconoscere un po’ di se stessa nella protagonista. A ogni domanda la scrittrice ha risposto pazientemente e con un linguaggio semplice e chiaro, raccontando episodi della sua vita, che hanno permesso di conoscerla meglio come persona. E’ stato un incontro molto formativo, che ha suscitato negli studenti un grande entusiasmo che è terminato con la richiesta, da parte degli stessi di una dedica sul libro acquistato. 

A cura di: Allegra Costantini (I A)
Istituto: Scuola Media Giuseppe Rosati (Sora, Fr)
Anno scolastico: 2013-2014