Come creare un hotspot personale

Avete un iPhone, un Android o uno smartphone Windows Phone? Seguite le istruzioni e scoprite come creare un hotspot personale per navigare su Internet con tutti i vostri dispositivi anche al mare e in vacanza.

Gli smartphone stanno ottenendo sempre più successo nella nostra società e le loro funzionalità non si finiscono mai di scoprire: per esempio, sapevate che il vostro smartphone con connessione 3G può essere usato come router wi-fi?

Sia gli smartphone che i tablet con connessione 3G sono in grado di creare una rete wi-fi e condividere la connessione alla rete dati del telefono con uno o più dispositivi. Si tratta di una soluzione unica quando siete in viaggio per lavoro, ma anche in vacanza.

Fino a pochissimo tempo fa si era soliti acquistare una chiavetta 3G da collegare esclusivamente al proprio Pc e la scelta dell’operatore, dell’offerta migliore e della ricaricabile o abbonamento portava via molto tempo: con l’hotspot personale è invece tutto estremamente più semplice e immediato e vi consente di collegare un maggior numero di dispositivi. Con l’hotspot personale la navigazione Internet è garantita a tutta la famiglia in vacanza: l’elemento fondamentale è la presenza di un piano dati attivo sulla sim dello smartphone.

Un’altra cosa importante che teniamo a sottolineare fin da ora è quella di controllare le condizioni del proprio operatore telefonico nella gestione dell’hotspot, senza andare incontro a costi aggiuntivi.

COME ATTIVARE UN HOTSPOT
Con iPhone: andate su Impostazioni e abilitate la voce “Hotspot personale”. Qui potete scegliere se renderlo disponibile solo tramite wi-fi e USB o se aggiungere anche il bluetooth; dopodiché impostate una password per limitare l’accesso.

Con Android: andate su Impostazioni connettività di rete, scegliete il nome da dare alla rete, il tipo di protezione e infine una password.

Con Windows Phone: dal menù Impostazioni andate alla voce Internet condiviso e configurate la condivisione Internet tramite wi-fi, ricordandovi di impostare una password. Negli smarthpone Windows tale funzionalità è stata recentemente introdotta, vale a dire con l’aggiornamento a Windows Phone 7.5

Fonte: Paginainizio.com
Aggiornamento: 20-08-2013 (35)
Sezione: Psiche e Aurora
Rubrica: Tecno