Alieni e piccoli lettori nella Biblioteca di Aprilia

psicheaurora_07-05-17Il 6 maggio, presso la Biblioteca Comunale di Aprilia, si è svolto l’ultimo appuntamento dedicato alla lettura e ai libri. Il libro che ha portato oltre cento bambini in biblioteca è Una merendina cosmica, primo episodio di Alieni in classe di Giuseppe Paone, scrittore apprezzato dai ragazzi per lo stile moderno e coinvolgente. Il progetto ha fatto scoprire ai bambini, attraverso le avventure dell’astronave di esplorazione Clorovea e dei suoi simpatici extraterrestri, come funzionano la Terra e lo spazio.

ALIENI IN CLASSE
Il ciclo “Alieni in classe” si compone di quattro avventure. Il progetto ha avuto bisogno di un paio d’anni di preparazione soprattutto per lo studio dei contenuti da “romanzare” e per i riferimenti all’inclusione sociale e alla disabilità. La serie è supervisionata da Adamo D’Agostino, art director della casa editrice Psiche e Aurora e autore Disney. Le illustrazioni sono opera di Alessio Magliano, giovane illustratore dal grande talento, assistente di Adamo D’Agostino presso l’Accademia di Belle Arti di Frosinone.

TRA SCIENZA E FANTASCIENZA
I bambini avevano già esplorato lo spazio, i pianeti e le galassie grazie agli interventi effettuati nel corso dell’anno dall’ingegnere Adami, dirigente dell’Aero Sekur di Aprilia. Un percorso proseguito con il progetto lettura tra scienza e fantascienza: un viaggio dalla Terra a Marte, andata e ritorno. Questa volta, invece, sono stati gli Alieni giunti sulla Terra a scoprire che alla fine siamo tutti un po’ diversi.

UNA MERENDA… COSMICA!
Il pomeriggio è trascorso tra la magia delle storie, la musica, il disegno, il laboratorio creativo e tanto divertimento. E alla fine… una merenda “cosmica” per tutti, grazie alla collaborazione e alla disponibilità delle famiglie. Ospiti dell’evento sono stati tutti i protagonisti del volume: l’autore, l’editore, il giovane illustratore e Adamo D’Agostino, che ha mantenuto la promessa ed è tornato ad Aprilia.

LA MANIFESTAZIONE
«Il nostro viaggio tra i libri» spiega Barbara Pedrazzi, coordinatrice del progetto «si è concluso coinvolgendo moltissimi alunni dalla scuola dell’infanzia, alla scuola primaria fino alla scuola media. Ha visto lavorare, giocare e crescere insieme scuola, Comune e altri soggetti che operano sul territorio nel mondo dei libri. Un ringraziamento speciale all’Assessore Francesca Barbaliscia che ha creduto e sostenuto in modo convinto questo nostro percorso».