60 candeline per il mattoncino più famoso del mondo

storie_29-01-18Il mattoncino Lego, il gioco per bambini che piace molto anche agli adulti, compie 60 anni d’attività ed è ancora al top delle classifiche di vendita. Oggi produce circa 20 miliardi di mattoncini l’anno. Fu brevettato nel 1958, in Danimarca, con il numero 92683. Da allora è  diventato un’icona intramontabile, un oggetto di culto per appassionati e collezionisti. Il 28 gennaio 2018 non è solo il compleanno di una delle più grandi aziende del settore dei giocattoli, ma di quelli che sono o sono stati bambini.

MATTONCINI PER TUTTI
I Lego sono dei mattoncini di plastica colorati, di diverse forme e dimensioni che, combinati tra loro, danno vita a persone, case, auto, ville, palazzi, universi narrativi. Ogni anno crea linee di giocattoli per tutte l’età, soprattutto perché non ha bisogno di istruzioni, ed è semplice da assemblare. Lego vince sulla concorrenza anche per il design: dai colori, ai set a tema (come Lego Harry Potter, la serie Lego Star Wars, Lego Il Signore degli Anelli, Lego Batman e Lego Pirati dei Caraibi), pensati e creati per il divertimento di tutti.

LA STORIA
Il signor Lego ha un nome, si chiama Ole Kirk Kristiansen e nel 1958 brevetta il mattoncino destinato a diventare il gioco più desiderato dai bambini di tutto il mondo. Questo sogno ha una radice ancora più antica, bisogna risalire al 1932, quando il signor Kristiansen, falegname e carpentiere, produceva scale a pioli e qualche giocattolo di legno nella sua falegnameria a Bullund, in Danimarca. Nel 1934 la falegnameria prenderà il nome di Lego (dal danese “leg” e “godt”, che corrispondono all’italiano “gioca bene”), avrà solo 6 o 7 impiegati e le ci vorranno anni di sacrifici, ostacoli da superare e conquiste per diventare la multinazionale che è oggi: 18.200 dipendenti nel mondo e circa 20 miliardi di mattoncini prodotti l’anno.